Last news

Dopo il successo di Tuesday ecco My Life Is Going.Se non sei ancora registrato, puoi farlo ora - è facile e veloce: Accedi, registrati, i vestito troia Preferiti, per salvare o visualizzare i tuoi Preferiti devi accedere all'area I miei annunci.Leggi tutto, uNA..
Read more
Vittorio Mirra, repubblica italiana, iN nome DEL popolo italiano LA corte suprema DI cassazione sezione III penale Composta dagli Ill.«Clandestino è reato «Clandestino e delinquenti fuori».Manovra, Salvini: «Sarà rispettosa di tutte le regole» E lo spread scende di, valentina Santarpia di, federico Fubini..
Read more
Henry James wrote his short story, daisy Miller.All children under the age of donne in cerca di un marito 3 may stay for free in an extra bed.43, john Coindet, Vevey et ses environs: avec deux panoramas indicateurs du lac et des montagnes,.Discover..
Read more

Aforismi sulle troie





Ma un cuore batte forte in petto concederemo molto per la pace lasciandoci ingannare un po' su tutto pur dalle vostre grassazioni da rapace che non dr troiano willow grove abbiamo gran che da guadagnare quando sfiniti volessimo il vostro lutto.
Un giorno no L aria grigia uggiosa Dellincipiente temporale Gravida di malinconia Mavvolge verso sera Quando il peso del giorno Sui cardini mentali piomba.
Così che mai sarà esser umano se non corre come lepre i suo colori non abbacinano come felino le fauci non addentano non fruttifica per altri cibare?
Tienimi per mano tu che seduta sulla spiaggia estasiata guardi lontano il mare lento in calita che mi spaura come una malattia Conosco marosi violenti esaltarsi spumeggiando straccare a riva rottami donna cerca uomo tutta italia gusci perlacei in blu alghe smeraldine come lunghi capelli di sirena che quando avvolgono.
Forse fu ancora lei che porse a lui il neonato affidandoglielo perché lo voleva loro scegliendolo padre.Invece occhi pieni di miseria Che lacqua tutta è intrisa di malaria Il pane puta marcito dallaviaria Chieder aiuto anela, manca daria.Ricopre doro il bombice goloso la rosa tea / ed il ronzio continuo sommesso, da voce al prato.Le poche porte aperte e quelle mai dischiuse abiti mentali fuori moda, lampi ribelli custoditi tanto, tal lauro pomposo che s'è sbiadito ma resta odoroso.Regressioni Quando il mattino freddo ventoso il bavero alzato pare un braccio caldo affettuoso vai quasi fiero ad affrontare il giorno nuovo.Che strani giorni ancora quando da ogni illusione corre per la schiena fredda la disillusione.Sono gentili non di vera fede presumono aver più grande il Dio che di tutte le genti si fece padre e non distinse si narra.



Quando daranno il nome a questo tempo, spero saranno onesti fino in fondo incoronandolo Misero e Miserrimi i suoi contemporanei.
E resto seppure non ci sei Conto fino a millantasei E prima dandare spio se ci sei riesco ad esser solo e tu come sei.
Avrei voluto immolarmi nel mio fortilizio di Bastiano nel delirio di un sogno di gloria impossibile da realizzare.
Tu ascolta quel motivo, quasi amico che ti salvò un momento, solo uno quando tra gli strepiti, l'orride visioni donasti umano un sorriso a dei nessuno.
Il seno fanciullo per molcermi le labbra non far latte neonatale e piatto il ventre cuscino del mio viso per esser cinto dal braccio titubante.Ho avvolto un cielo azzurro in un accappatoio azzurro e non importa se non è azzurro il colore dei tuoi occhi.Lacrime di gioia Stella di latta appesa ad un filo spuntato dal bavero sdrucito d'un vestito troppo stretto ereditato penzolo nella vita che mi è data.Sol del tuo genere gonfio brandirai forse l'impresa nel tugurio d'anima in cui vivi che neppure tua madre, tua sorella vorranno mai abitare.Che placa autunno gli animi Contenti delle passate sere Ormai ricordi da sorrisi Complici bugiardi miti E consuntivo d'un raccolto Di vita spesa chissà come.( amor che nullo.E si è posata la quiete non la paura, qualcuno ancora pericolosamente brancola tra sassi e ammassi cerca, forse, segnali o imprime dolori nella mente.I fiori che vi misi l'altra volta, sono senza colore, opachi, riarsa la corolla appesi al vaso su quella colonna spenti come gli occhi antichi della donna che liscia, qui accanto, la lapide scolpita d'una defunta affidata alla Madonna.


[L_RANDNUM-10-999]
Sitemap